Siti internet che funzionano

Realizzare un sito web che funzioni

Quante volte ci siamo chiesti “ma cos’è che non va in questo sito internet?” o “Vorrei ottenere il massimo dal mio sito ma come faccio?” o “Vorrei realizzare un sito web che funzioni, da dove comincio?”… Bene, come per ogni cosa che gira attorno al mondo del business non ci sono regole matematiche che ci garantiscono il successo ma sicuramente delle regole di condotta che ci aiutano ad avvicinarci il più possibile al nostro obiettivo.

Siti internet che funzionano

Quale obiettivo?

Certo, la prima domanda da porsi è “qual è l’obiettivo del sito che stiamo realizzando?”. Un sito, come ogni altro bene o servizio, nasce per soddisfare un bisogno che può essere quello di presentare la nostra azienda, vendere i nostri prodotti, presentare un portfolio… e svariate altre motivazioni (leggi “Quanti tipi di siti web esitono?” per approfondire l’argomento). Quindi come prima cosa da fare è capire qual è l’obiettivo del sito e a chi si rivolge, il famoso Target di riferimento. Una volta chiarificate queste variabili avremo meno problemi a focalizzare l’attenzione e le scelte sui parametri giusti.

1. L’occhio vuole la sua parte

La parte estetica sicuramente non è l’unica questione da considerare, forse nemmeno la più importante, ma non va sottovalutata. Un sito eccellente ma non “bello” rischia di perdere tutto il potenziale che ha guadagnato, incentivando il visitatore ad abbandonare la navigazione. Ricordatevi sempre che il primo impatto è determinante, quindi diamo una buona impressione con un design realizzato come si deve, questo aiuterà ad accrescere la credibilità della vostra azienda ed è sintomo di qualità. Se c’è bisogno rivolgetevi ad un web designer professionista o ad un’agenzia di comunicazione.

2. Content is king!

Chi come me si occupa di realizzazione siti web sa cosa intendo, il contenuto di un sito è l’aspetto più importante che dobbiamo considerare, chi visita il nostro sito lo fa per avere delle risposte, quindi dategli le risposte che cerca nel migliore dei modi. Questo implica che voi sappiate chi è il vostro visitatore ideale, non lo sapete? Tornate al punto 1.
Se lo sapete cercate di comprendere cosa il navigatore cerca e come vengono prese le decisioni di acquisto o semplicemente di contatto. Date subito le informazioni su chi siete, cosa fate e perché lo fate meglio degli altri, questo garantirà qualche minuto in più di permanenza sul sito. Poi organizzate le informazioni in modo che siano facilmente reperibili anche dal meno esperto dei visitatori e arricchitele con l’utilizzo di immagini, grafici, ecc… soprattutto se desiderate presentare dei prodotti. E mi raccomando non rovinate tutto utilizzando immagini di pessima qualità (ad esempio scattate col cellulare, al buio o controluce)!

3. Una buona navigazione

Prima di creare il vostro sito web perdete qualche prezioso minuto per strutturare una buona navigazione, prendetela come priorità. Date la possibilità al navigatore di intercettare subito la navigazione del sito ed usarla in maniera semplice e efficace. Non utilizzate menu con troppi livelli altrimenti rischiate che il navigatore si perda e inserite da qualche parte il famoso Bradcrumb, ovvero il percorso di navigazione che ci permette di individuare in ogni momento in che parte del sito ci troviamo e di tornare in uno step precedente in maniera veloce. Considerate anche l’idea di creare una pagina contenente la mappa del sito, con una struttura ad albero che riassume tutte le pagine presenti nel sito, oltre ad essere utile al visitatore può darci dei piccoli vantaggi anche in termini di posizionamento del sito internet nei motori di ricerca.

4. Fatevi trovare

La maggior parte dei navigatori alla ricerca di informazioni sulla rete ricorre all’utilizzo dei motori di ricerca (Google, Yahoo, Bing,… ecc…) è quindi opportuno essere presenti su tali motori di ricerca nella maniera migliore possibile, essere presente in 124esima pagina non ci da poi troppi vantaggi in termini di visibilità. Ottimizzate quindi il sito affinché possa produrre dei risultati soddisfacenti nelle ricerche delle parole chiave correlate alla vostra attività, ad esempio una concessionaria di auto di seconda mano avrà interesse ad ottenere una buona posizione nella ricerca delle parole “auto usate” e non di “ristoranti in montagna”. L’attività di ottimizzazione dei siti web per i motori di ricerca si chiama SEO (Search Engine Optimization), l’ottimizzazione riguarda sia il codice sorgente della pagina, sia dei contenuti (ricordate il punto 3. Content is king!). Per ottenere dei buoni risultati questa attività richiede molto tempo e competenza per cui non esitate a rivolgervi ad un professionista SEO per una consulenza in merito, la vostra agenzia di comunicazione saprà orientarvi. Intanto ci sono degli accorgimenti che potete prendere per non penalizzare troppo la vostra posizione nei motori di ricerca. Ad esempio utilizzate contenuti testuali e non testi contenuti in immagini o animazioni in flash, tali contenuti verrebbero letteralmente ignorati dal motore di ricerca. Siate pertinenti nei contenuti, e soprattutto evitate di fare copia e incolla da altri siti (google se ne accorge e reputerebbe il vostro sito inutile poiché non da nulla di nuovo al visitatore). Ottimizzate il codice utilizzando al meglio metatag, descrizioni e alt delle immagini e dei link, utilizzate le giuste parole chiave all’interno dei contenuti. Sono pochi suggerimenti che possono aiutare a dare buoni risultati nei motori di ricerca.

5. Aggiornamenti per tenere il sito sempre attivo

Un sito aggiornato a 10 anni fa è un sto che non dà nessun valore al visitatore, anzi, comunica una sensazione di disinteresse e inefficienza. Sforzatevi invece affinché il vostro sito sia sempre attivo ed aggiornato, comunicate spesso le vostre promozioni, offerte, nuove lavorazioni effettuate… e se riuscite create un vero e proprio blog all’interno del sito dove proporre argomenti relativi alla vostra attività, questo vi mostrerà attenti e aumenterà la percezione della vostra competenza nel settore. Pe fare questo in maniera efficiente ed indolore ovviamente assicuratevi che il vostro sito abbia un sistema adatto all’inserimento delle novità e per la gestione dei contenuti in modo da poter aggiornare il sito frequentemente e facilmente, senza dover ricorrere necessariamente all’aiuto di un webmaster.

6. Siate social!

Nel corso del tempo Sempre più aziende si sono accorte dell’importanza di sfruttare i social network per rafforzare la propria identità aziendale. Questi strumenti infatti non sono dei semplici siti internet ma rappresentano una rete di contatti con cui scambiare informazioni, esperienze, novità ecc… ed il potenziale è davvero alto. Quella che oggi viene chiamata “web reputation”, ovvero la reputazione che l’azienda ha sul web, passa soprattutto tramite i social network come Twitter, Facebook, Google+, Pinterest, e tanti altri.
La forza di questi strumenti si accresce se utilizzati in combinazione con il proprio sito, ad esempio potete diffondere gli articoli del vostro blog aziendale, o pubblicare immagini delle vostre lavorazioni più recenti o di una fiera a cui state partecipando, potete diffondere i vostri comunicati stampa, e tante altre cose.
Inoltre assicuratevi che il vostro sito internet abbia la possibilità di condividere i contenuti in modo che i visitatori possano diffondere nel proprio social network preferito i vostri contenuti.

Sei deciso a realizzare un sito internet? Scopri i nostri servizi web e contattaci per un preventivo gratuito, avremo il piacere di accompagnarti lungo tutto il processo di creazione del sito web.